Macchie scure sulla pelle? Segno che si è preso troppo sole | Ethical Grace.com

Macchie scure sulla pelle? Segno che hai preso troppo sole

Sono la bestia nera delle donne tra i 40 e i 60 anni, sebbene colpiscano anche gli uomini. Non sono pericolose, perché sono soltanto il risultato di una distribuzione disomogenea della melanina, sopratutto in alcune aree del viso e sul dorso delle mani. Ma sono antiestetiche. E segnano senza pietà gli anni che passano. Per di più, sono in aumento: in Italia 1 donna su 2 ne viene colpita. Ecco tutto quello che c’è da sapere su questa iperpigmentazione indesiderabile.

Conosciamo il nemico

Le macchie solari, o lentigo senilis, non sono altro che il risultato di una esposizione prolungata al sole, durata per anni e di non poche scottature solari. Sono una sorta di stop che la pelle danneggiata colloca nelle zone più colpite segnalando che la pelle, in quel punto, ha raggiunto la quantità massima di raggi UV sopportabili nel corso della vita. Principale rivelatore dell’età, per tanti anni siamo state così impegnate nel prevenire la comparsa delle rughe che non ci siamo accorti di questo subdolo nemico che è riuscito a introdursi e a conquistare il nostro campo base. Racconta Riccarda Serri, specialista in dermatologia e presidente Skineco:

‘Dobbiamo precisare che il problema macchie cutanee è sempre esistito solo che, fino agli anni Settanta, comparivano dai sessant’anni in poi. Oggi, invece, ci sono donne di trentacinque-quaranta che si ritrovano con antiestetiche macchie brune.’

Correre ai ripari, dunque.

Come sconfiggerlo

Fotoprotezione

Il miglior trattamento contro le macchie brune è ovviamente la prevenzione. Non inizieremo a farti una predica sull’importanza di applicare le creme protettive con filtri solari giornalmente, prima di uscire di casa (e non solo prima di andare in spiaggia!), ma ricordati comunque che proteggere la pelle dagli raggi UV paga sempre.

Antiossidanti

Molto efficaci contro le macchie solari, il dottor Sheldon R. Pinnell della Duke University Medical Center, dopo anni di studi dedicati agli antiossidanti, spiega:

«Sono importanti per neutralizzare i radicali liberi, molecole generate dalle aggressioni ambientali che innescano reazioni chimiche responsabili dell’invecchiamento e delle discromie cutanee. Da utilizzare abbinandoli ai prodotti solari. Anche perché i fattori di protezione di questi ultimi bloccano soltanto il 55 per cento dei raggi».

Quindi l’ideale è applicare sotto la protezione solare una buona dose di antiossidanti come la vitamina E, C e coenzima Q10. Meglio ancora se si includono anche nella dieta, mangiando tanta frutta e verdura colorata. Visto che anche le rughe sono frutto dello stesso meccanismo generativo, l’assunzione di vitamine e sostanze vegetali antiossidanti ti assicurerà doppio vantaggio.

Prodotti schiarenti, esfoliazione, laser

Se il danno è già fatto, nel tuo arsenale da combattimento contro le macchie brune si possono includere:

i prodotti con ingredienti che schiariscono le macchie già esistenti e prevengono la comparsa di nuove. Tra gli ingredienti naturali considerati molto efficaci nella cura delle macchie solari si ricorda la liquirizia, il limone, il cetriolo e il melograno.

l’esfoliazione con prodotti che favoriscono il distacco degli strati più superficiali, macchiati, liberando gli strati sottostanti, più chiari e luminosi.

i trattamenti laser da eseguire negli studi medici specializzati.

Share your thoughts